Parrocchia Santa Maria del Carmelo

Trieste - Gretta

Il dopocresima


Il post-cresima (o dopocresima) è un percorso dedicato ai ragazzi che hanno ricevuto la cresima e che gli accompagna per cinque/sei anni .

Il post-cresima nella nostra parrocchia è strutturato in 4 incontri che vertono intorno ad un tema. Gli incontri sono portati avanti da coppie sposate .

Tre incontri si svolgono a casa delle coppie che meglio definiamo come " padrini "e uno in parrocchia.
I testi di riferimento per la preparazione agli incontri sono: La Bibbia, il “Catechismo della Chiesa Cattolica” con il suo “Compendio”.

Ogni gruppo è composto da massimo 8/10 ragazzi della stessa età circa, il piccolo gruppo aiuta a dialogare con tutti.

Si comincia con le “Dieci Parole di Vita”.

Nel primo incontro si discute su come il mondo pensa, vede, propone il tema.

Nel secondo, scrutando di versetto in versetto la Bibbia, si vede cosa del tema ne pensa Dio.

Il terzo, in parrocchia, si celebra una Parola e si ascolta una omelia dove il presbitero, ci aiuta a vedere come la Chiesa, madre e maestra, spiega ed attua il tema. Per chi desidera ci si può confessare così da ricevere il perdono e quindi riconciliarsi con Dio e con gli altri.

Il quarto è una alleanza con il Signore perché venga ad aiutarci a realizzare in noi il tema svolto negli incontri precedenti. Sulle Sue forze e non sulle nostre! Che possa difenderci per fare quello che è buono per noi. Questo incontro,insieme a tutta la famiglia dei padrini, termina con una bella e sontuosa cena!

Poi si ricomincia con un altro tema.

Durante l’anno si fanno alcune uscite tutti insieme e ogni estate un campo-scuola in montagna.

Perciò i ragazzi che hanno finito il percorso di catechesi per i sacramenti dell’iniziazione cristiana, possono scegliere di partecipare a questo post-cresima.

Il post-cresima è portato avanti da famiglie, prevalentemente giovani, che dopo molti anni nel cammino neocatecumenale, hanno riscoperto la Fede, la Chiesa come madre e con l’aiuto dello Spirito Santo l’amore al servizio.

Il perdono reciproco, la testimonianza di fede, l’apertura alla vita, la comunione col parroco permettono di rendere visibile che la famiglia, opera di Dio, non è una utopia ma veramente il luogo dove si può manifestare la cooperazione tra Dio e l’uomo per l’accoglienza e l’educazione integrale delle nuove generazione.

Per questo il post-cresima è accolto da famiglie come segno efficace e testimoniato della forza del sacramento del matrimonio che spesso nella nostra società è messo in discussione. Non che i celibi o le nubili non siano segno dell’amore di Dio ma avendo un’altra vocazione, affiancano efficacemente le famiglie.

Per i ragazzi si crea un ambiente sano che diventa di grande aiuto in quest’età così delicata caratterizzata da grandi metamorfosi fisiche, psichiche, affettive. Il loro orizzonte si allarga in tempi molto veloci, le relazioni sociali non dipendono più dalla famiglia, anzi spesso diventano una contrapposizione ai genitori.

Ecco allora la famiglia di “padrini” diventa come un ammortizzatore di grande efficacia, cooperando all’opera educativa dei genitori.

Nella nostra parrocchia sono presenti ad oggi sette gruppi con sette coppie di "padrini" seguiti dal Parroco P.Angelo e da P. Pino.


Responsabili in parrocchia per il post-cresima : Alessandro e Alessandra Cocco

Camposcuola post-cresima 2017 Sappada

Anche quest'anno si e' svolto il camposcuola del post-cresima della nostra parrocchia.
L'esperienza come ogni anno è stata positiva e non solo per i ragazzi circa 40, ma anche per i padrini che hanno accompagnato i nostri giovani.
Sappada è stata una location fantastica con le Dolomiti che facevano da sfondo al paesaggio. Abbiamo potuto svolgere delle gite, una di queste è stata la passeggiata dalla Valvisdende alle sorgenti del Piave, dove sfidando un temporale un gruppo è salito fino al rifugio Calvi. I meno temerari si sono fermati al rifugio posto alle sorgenti del Piave.
Non sono mancati momenti di gioco con tornei di pallavolo e basket.
La parte spirituale è stata molto intensa con una celebrazione penitenziale, una scutatio, un rosario notturno, e una s. Messa. Ogni mattina si sono celebrate le lodi all'aperto con una catechesi.
Quasi tutti i ragazzi hanno dato la loro esperienza del camposcuola e il rosario notturno come sempre è stato ciò che ha "colpito" di più.
Ci siamo svegliati alle 2 e 45 di notte per percorrere un sentiero accompagnati da Maria e celebrare una S.Messa presieduta da P. Pino alle sei del mattino.
Siamo stati aiutati anche quest'anno da due seminaristi del Redenmptoris Mater di Trieste, Giosuè e Giovanni, quest'ultimo ha dato la sua testimonianza di fede mostrando la fedeltà di Dio nella sua vita.
Termino questo breve resoconto plaudendo alla fantastica equipe della cucina che ci ha regalato squisite cene e prazi buoni e abbondanti.
Grazie ancora ad Alessandra e Silvio.
Grazie a tutti i padrini, grazie a P. Pino, grazie a tutti i ragazzi ma soprattutto grazie a Dio che ha permesso potessimo passare cinque giorni pieni di grazie.

Alessandro