Parrocchia Santa Maria del Carmelo

Trieste - Gretta



san francesco d'assisi pastore e martire

A tutti il nostro migliore augurio di una splendida estate!


*****


Gretta in festa per la Madonna del Carmelo

Quando nel lontano 1935 i quattro padri carmelitani Scalzi, provenienti da Venezia arrivarono a Trieste, trovarono la loro prima sistemazione in una piccola casa nel rione Gretta, allora quasi ricoperto di boschi e piccole colture, eccettuate alcune ville patrizie, qualche casa colonica e caseggiati abitati da operai che lavoravano a Barcola, a Roiano, alla Stock, alla Baker, o al porto. Ben presto su richiesta dei padri, la cappellina del convento intitolata Regina pacis, con l’approvazione del Vescovo di allora, fu denominata “Regina Decor Carmeli”, patrona dll’Ordine e nel 1936 avvenne la prima processione con l’incoronazione della statua della Madonna. Successivamente nel 1937 fu portata a compimento, in soli sei mesi, la costruzione del nuovo convento con la nuova chiesa, più spaziosa e capiente per la popolazione che sempre più aumentava per la costruzione di case e condomini. 

Divenuta parrocchia nel 1963, si avvertì subito la necessità di dare al rione sempre più popoloso una nuova chiesa con ambienti per le varie attività catechetiche e ricreative. Fu così che nel 1970 fu costruita l’attuale chiesa (che nel progetto originario era destinata a palestra!).

Queste brevi note sono importanti perchè non si comprenderebbe l’importanza della devozione alla Madonna del Carmelo e cosa abbia potuto fare nel territorio di Gretta. Ogni anno si attende la festa del Carmelo perché non è solo questione di devozione ma di identità e di storia di un intero quartiere. Senza togliere a nessuno quello che ha dato, qui vogliamo ricordare che Gretta non avrebbe oggi una sua fisionomia se si togliesse quanto hanno fatto i Carmelitani per questo rione.


Allora anche quest’anno abbiamo voluto prepararci alla festa patronale innanzitutto richiamando il posto che la Vergine Maria ha nella vita cristiana, e abbiamo voluto andare ad attingere alle fonti del Magistero, prendendo il testo della Marialis Cultus di S. Paolo VI. E’ proprio li che troviamo le ragioni di un’autentica devozione mariana. Ogni sera dopo il canto del Vespro, il Parroco ci presentava alcuni passaggi dell’Esortazione Papale. Siamo tutti concordi nel dire che la Madonna ha una fondamentale importanza nella nostra vita cristiana. Ognuno di noi ha certamente la sua peculiare devozione e relazione con Lei. Un momento significativo che getta luce su ogni cristiano è quando la Madonna stava sotto la Croce di Gesù con il discepolo amato. Ognuno di noi è quel discepolo amato. È stato Gesù, il Figlio eterno del Padre, ad offrirci Maria come Madre. Perciò la presenza di Maria non è devozionismo né tanto meno, qualcosa di decorativo. La Madonna non ha bisogno di ammiratori ma di figli. È grazie alla Vergine Maria che noi abbiamo concretamente Gesù, il Figlio di Dio, con noi. E ciò non è avvenuto solo duemila anni fa, avviene continuamente nella nostra vita. Il messaggio, più autentico perché è evangelico, della Madonna per noi è: “Qualunque cosa vi dice, fatelo” (Gv. 2, 5). È la posizione migliore per vedere e conoscere il Figlio. Attraverso Maria, conosceremo meglio Gesù. Infine, non possiamo non menzionare la materna protezione di Maria. Lo Scapolare (e il Papa ne parla esplicitamente) è il segno eloquente di questa protezione. Che bello pensare allo sguardo attento di questa donna alle nozze di Cana. Stava per mancare il vino. Chi di noi non avrebbe bisogno di essere guardato così nella propria vita! Abbiamo bisogno di una persona che ci guardi con lungimiranza quando nel nostro cammino le nostre scorte di gioia si stanno esaurendo. “Maria è onnipotente per grazia” affermava san Bernardo! La sua intercessione è così potente che perfino il maligno trema davanti a Lei. Nella nostra vita la presenza della Madonna non è né solo questione decorativa né tanto meno pura devozione; è importante ed è voluta da Gesù. Perciò, Papa Francesco afferma: “La Madonna non è optional: va accolta nella vita. Ella vince il male e conduce sulle vie del bene” (1 gennaio 2019).


Un momento significativo della preparazione alla festa è stata la celebrazione della Prima Messa di don Daniele Vascotto, la cui famiglia abita da alcuni anni nella nostra parrocchia. Non è molto conosciuto qui a Gretta avendo sempre vissuto a Roiano, comunque la chiesa era gremita ed erano presenti molti giovani che hanno animato la liturgia con i canti. Al termine il parroco ha donato a don Daniele il libro che parla della storia di Gretta e alcuni testi di Ritratti di Santi carmelitani, scritti da P. Antonio Sicari.


Il momento più importante è stato il giorno del Carmine, 16 luglio. In chiesa si sono succedute varie celebrazioni eucaristiche che hanno visto soprattutto devoti venuti anche dalla città e fuori. Alla sera dopo la solenne celebrazione della S. Messa si è tenuta la processione con la statua della Madonna per le vie della parrocchia. Da anni non si vedeva tanta partecipazione di gente, anche dalla città, nonostante il giorno feriale.


Naturalmente, non poteva mancare l’aspetto … godereccio! Infatti da alcuni anni tanti volontari della parrocchia organizzano una bella sagra popolare, con mercatino dell’usato, cuccagna, grigliate, musica dal vivo e tanta voglia di stare insieme. Anche questo fa festa.

*****


 

La San Vincenzo comunica: 

  • che nel mesi di luglio e agosto non si ricevono e non si distribuiscono vestiti. Si riprenderà in settembre. Invitiamo a rispettare e osservare questa indicazione, quindi non depositare nulla né fuori della chiesa né davanti alla S. Vincenzo.

LIBRO DEL MESE


Le Dieci Parole
Catechesi sui comandamenti

Papa Francesco (Jorge Mario Bergoglio)
Edizioni San Paolo2019

Prefazione di don Fabio Rosini

Quando si parla di comandamenti tutti pensano ad un passo indietro nel mondo del legalismo e delle imposizioni. Non c’è niente di tutto questo nelle catechesi che papa Francesco ha dedicato ai Dieci Comandamenti – le Dieci Parole, come leggiamo in Esodo 20,1 – e ora raccolte in questo volume. La prospettiva appare letteralmente rovesciata: i comandamenti non sono visti più come divieti, ma come “parole” di libertà.

Orari  SS. Messe

Feriali

7:00 - 8:30 - 18:00

Festivi

7:30 - 9:00 - 11:00 - 19:00

Preghiamo insieme

Vi invitiamo a fare click sull' immagine sottostante per pregare insieme a noi.



Grest

"Sarebbe bello se lo facessimo anche noi". Sono le parole di un gruppetto di ragazzi che, qualche anno fa, seguivano con meraviglia i canti ed i balli del Grest. Proposti quasi per caso hanno segnato l'inizio di una svolta, di un nuovo modo di vivere l'estate, ... 
Leggi tutto 

Cenni storici
La prima chiesa dedicata a Maria Decor Carmeli, ricavata da un ambiente della Casa religiosa dei Carmelitani, è stata aperta al culto il 7 novembre 1937...

Leggi tutto