Parrocchia Santa Maria del Carmelo

Trieste - Gretta



san francesco d'assisi pastore e martire

GREST 2019

Una Bella Storia

Inizia in questa settimana l’avventura estiva del Grest che da alcuni anni vede impegnate molte persone, soprattutto giovani, della nostra parrocchia. 100 ragazzi e 40 tra animatori e coordinatori per tre settimane si rimboccheranno le maniche per vivere giorni all’insegna dell’ allegria, del gioco, dell’amicizia e dell’impegno. Bella storia è il titolo del Grest 2019. Bella storia è l’estate che ci sta davanti; ma soprattutto: una bella storia è la nostra vita e la vita dei ragazzi! 

Due estati fa, ci siamo scoperti custodi della meravigliosa opera creatrice di Dio che è attorno a noi e che siamo anche noi. Ma non ci siamo limitati allo stupore e alla gratitudine: la scorsa estate ci siamo rimboccati le maniche, abbiamo messo le mani in pasta con il mondo, riconoscendoci co-creatori con Dio e capaci di cose molto buone.

Quest’anno sarà la nostra Bella storia di bambini, adolescenti e adulti impegnati nella bella avventura del diventare grandi, ad andare in scena. E perché sia una bella storia, non potrà che essere considerata nell’orizzonte di una vocazione ovvero di quel Bene che ci è promesso e che, affinché si realizzi, attende la nostra risposta coraggiosa, il nostro “sì” appassionato, la nostra disponibilità a metterci con fiducia in cammino. Ma non siamo soli: Dio dirà sempre anche a noi, come a Mosè: “Io sarò con te” (Esodo 3,12).

Allora: via, si parte!!!!


il GREST inizia Domenica 16 giugno  

 ore 10.00 in campo consegna magliette e presentazione animatori

ore 11.00 in chiesa S. Messa con mandato agli animatori

*****


Vita in parrocchia.

• In questo mese di giugno, come da tradizione, arrivano a conclusione un po’ tutte le principali attività formative e catechetiche che la parrocchia sta portando avanti, alcune delle quali iniziate nell’ ottobre scorso. Più che conclusione dovremmo dire: pausa estiva. Infatti quasi tutte riprenderanno in settembre-ottobre prossimi. Se è già un problema proporre incontri o momenti formativi nel corso dell’anno, quando le condizioni sembrano più favorevoli, come si può pensare di tenere catechesi o altro quando tutto ci richiama ad evadere, uscire, andare, divertirsi, e quant’ altro! Ma anche prendersi un meritato riposo. Ebbene: il catechismo dei ragazzi, degli adolescenti, dei giovani, è terminato proprio questo sabato con un pellegrinaggio al Santuario di Monte Grisa. Un giusto ringraziamento a Colei che ha vegliato sul nostro cammino di fede.


 Il percorso delle 10 Parole ha concluso la settima e riprenderà con le ultime tre Parole (8-10); la preparazione al matrimonio è giunta all’ultimo incontro: le sei coppie che hanno partecipato hanno manifestato interesse e soddisfazione; il gruppo famiglie ha tenuto l’ultimo incontro proprio sabato scorso impostando come vivere il tempo estivo senza disperdere quanto ricevuto e vissuto. Soltanto le comunità del Cammino continueranno a trovarsi per la Parola e l’Eucarestia settimanale. Anche il gruppo caritativo della S. Vincenzo si prenderà una pausa, garantendo soltanto la distribuzione dei generi alimentari. La corale metterà a riposo la propria ugola per così essere pronti alla ripresa autunnale, magari con qualche elemento in più. A tutti il nostro ringraziamento.


• Se le attività sopra accennate si mettono in stand by estivo, partono però altre attività che vedranno coinvolte molte persone. Ricordiamo qui l’attività del Grest che prenderà il via il 16 giugno fino al 5 luglio e che coinvolgerà 100 ragazzi con 40 tra animatori e coordinatori, oltre ai responsabili. Partirà il 16 ma è da mesi che si sta preparando il tutto. Non solo organizzazione ma soprattutto formazione degli animatori che quest’anno vedrà nuove leve. Subito dopo una quarantina di ragazzi del dopo cresima parteciperà al camposcuola nel Trentino, precisamente a Smarano (in Val di Non). E subito dopo ci aspetta la kermesse della sagra patronale con tutto quello che comporta soprattutto di fatica fisica. Speriamo che non abbia il sopravvento sulla preparazione spirituale! E poi, la parrocchia conoscerà un breve tempo di riposo e di … silenzio, tempo necessario per programmare il nuovo anno e riprendere così con slancio ed entusiasmo.


La famiglia al centro


Da alcuni anni nella nostra parrocchia si celebra, alla fine del mese di maggio, una settimana dedicata alla famiglia. Perché questa scelta? Diverse sono le motivazioni: la più importante è quella che, come disse S. Giovanni Paolo II, “la famiglia è la via della Chiesa”. Pertanto la chiesa per essere fedele al suo Signore deve percorrere questa strada che rappresenta per la stragrande maggioranza degli uomini la via per avere la vita e per trovare il senso della vita. Una comunità cristiana non può disconoscere, dunque , questa realtà, anzi deve sempre di più valorizzarla e metterla al centro della sue preoccupazioni pastorali.  In un tempo nel quale non solo non si vuole più riconoscere il ruolo insostituibile della famiglia umana, ma addirittura  si scardina il progetto originario di Dio sull’uomo e sulla donna, quindi sul matrimonio e sulla famiglia.


La nostra Parrocchia, nel suo piccolo, ha voluto nel corso della settimana scorsa riflettere e soprattutto pregare perché non venga meno nel cuore dell’uomo il progetto di Dio, perché fuori dalla volontà di Dio non ci può essere felicità, nonostante quello che il pensiero dominate vorrebbe farci credere e inculcare, che cioè basta volersi bene per essere felici. La settimana ha visto vari appuntamenti e momenti celebrativi, rivolti un po’ a tutte le categorie di persone, infatti lo scopo è stato quello di coinvolgere un po’ tutti.


Il primo appuntamento è stato con il mondo della sofferenza e della vecchiaia, una realtà molto presente nel nostro rione oltre che nella nostra città. In una celebrazione semplice ma ben curata, si è amministrato il sacramento degli infermi.

Il secondo appuntamento è stata l'adorazione Eucaristica per le famiglie.



Il momento più formativo si è vissuto venerdì nell’incontro con il dottor Marco Scarmagnani, consulente familiare e autore di libri sulla coppia e la famiglia. Con un linguaggio semplice e accattivante, intessuto di numerosi esempi di vita vissuta, ha saputo tenere sempre desta l’attenzione del folto pubblico (molti venuti da fuori parrocchia), sviluppando le dinamiche di una vita di coppia e le relazioni familiari ed extra che ne scaturiscono.


Ma è stato nella mattinata di sabato che ha visto una partecipazione vivace e gioiosa. I bambini e i ragazzi del catechismo, aiutati dai loro catechisti hanno provato a “narrare la famiglia” non solo come la vorrebbero, ma come è, cogliendo quello che di buono si trova nelle loro famiglie e tutto quello che non va e che dovrebbe cambiare.


Nella serata di sabato, il coro della parrocchia ha offerto una rassegna di canti liturgici generalmente eseguiti nelle celebrazioni liturgiche. Non solo: prendendo il testo di un intervento del nostro Vescovo tenuto nella cattedrale di Genova nel 2015 sul tema della famiglia nel magistero di Papa Francesco, sono stati proclamati dei passi significativi e ricchi di sapienza che illustravano la bellezza della famiglia cristiana così come l’ha pensata e voluta il Creatore. Le parole del vescovo hanno evidenziato anche l’originalità del pensiero di Papa Francesco, sempre nella scia tracciata dal grande “Papa della famiglia” che è stato S. Giovanni Paolo II.

Al seguente link vengono riportati i testi del Magistero. Leggi tutto


Domenica, infine, è stata la giornata non solo conclusiva, ma quella che ha visto un po’ tutta la realtà delle famiglie che ruotano attorno alla parrocchia. Nella messa solenne delle ore 11.00 si sono ricordati gli anniversari di matrimonio (12 coppie) e i bambini della prima comunione hanno celebrata quella che si chiama comunemente la seconda comunione solenne.


Grazie al ritorno del sole dopo un mese più autunnale che primaverile (nonostante un acquazzone nel pomeriggio), si è consumato un pranzo con tutti nel cortile della parrocchia. 


I ragazzi del dopo cresima (dalla terza media alla quinta superiore) hanno preparato uno spettacolo di intrattenimento: scenette, battute, danze, brani musicali suonati da alcuni di loro. 


Ecco: l’edizione della festa della famiglia 2019 si è conclusa, ma non l’impegno a proseguire per la strada della testimonianza, che spesso diventa difesa e denuncia, perché le nostre famiglie siano sempre più “secondo il disegno di Dio”.



 

La San Vincenzo comunica: 

  • che nel mesi di luglio e agosto non si ricevono e non si distribuiscono vestiti. Si riprenderà in settembre. Invitiamo a rispettare e osservare questa indicazione, quindi non depositare nulla né fuori della chiesa né davanti alla S. Vincenzo.

LIBRO DEL MESE


Le Dieci Parole
Catechesi sui comandamenti

Papa Francesco (Jorge Mario Bergoglio)
Edizioni San Paolo2019

Prefazione di don Fabio Rosini

Quando si parla di comandamenti tutti pensano ad un passo indietro nel mondo del legalismo e delle imposizioni. Non c’è niente di tutto questo nelle catechesi che papa Francesco ha dedicato ai Dieci Comandamenti – le Dieci Parole, come leggiamo in Esodo 20,1 – e ora raccolte in questo volume. La prospettiva appare letteralmente rovesciata: i comandamenti non sono visti più come divieti, ma come “parole” di libertà.

Orari  SS. Messe

Feriali

7:00 - 8:30 - 18:00

Festivi

7:30 - 9:00 - 11:00 - 19:00

Preghiamo insieme

Vi invitiamo a fare click sull' immagine sottostante per pregare insieme a noi.



Grest

"Sarebbe bello se lo facessimo anche noi". Sono le parole di un gruppetto di ragazzi che, qualche anno fa, seguivano con meraviglia i canti ed i balli del Grest. Proposti quasi per caso hanno segnato l'inizio di una svolta, di un nuovo modo di vivere l'estate, ... 
Leggi tutto 

Cenni storici
La prima chiesa dedicata a Maria Decor Carmeli, ricavata da un ambiente della Casa religiosa dei Carmelitani, è stata aperta al culto il 7 novembre 1937...

Leggi tutto